Sigarette Elettroniche La storia

Sigarette Elettroniche – STORIA

SIGARETTE ELETTRONICHE – LA STORIA. Soltanto negli ultimi anni ci siamo accorti dell’esistenza di questo piccolo e magico dispositivo che sta cambiando gradualmente le abitudini di molti fumatori in tutto il mondo. Ma già quasi un secolo fa e più precisamente nel lontano 1927 un signore costruì il primo prototipo di “sigaretta elettronica“.

A che scopo furono costruite le sigarette elettroniche?

Lo scopo chiaramente non era quello di smettere di fumare le sigarette tradizionali ma quello di vaporizzare dei composti medicinali da fare inalare ai pazienti.

Costruì così un sistema molto semplice ma ingegnoso che permetteva di vaporizzare sostanze liquide al quale diede il nome di Vaporizzatore.

Questo progetto non venne mai preso seriamente in considerazione e così fu definitivamente accantonato per trentasei lunghi anni. Finalmente nel 1963 ci fu altro timido tentativo di creare un alternativa alla sigaretta . Questa volta con il preciso intento di ridurre i danni polmonari prodotti dal fumo, ma anche questo non ebbe successo poiché il dispositivo presentava troppi difetti.

Infine solo nell’ anno 2003 dopo una serie di studi un industria farmaceutica di Hong Kong diede inizio alla commercializzazione su larga scala delle prime sigarette elettroniche.

Cos’è la Sigaretta Elettronica

La sigaretta elettronica, nota anche come E-cigarette tra i tanti nomi, è quindi un vaporizzatore portatile alimentato a batteria che simula il fumo e fornisce alcuni degli aspetti comportamentali del fumo, tra cui l’azione faccia a faccia del fumo, ma senza tabacco che brucia.

L’uso di una sigaretta elettronica è noto come “vaping” e l’utente che la utilizza viene definito “vaper”.

Invece del fumo di sigaretta, l’utente inala un aerosol, comunemente chiamato “vapore”.

Le sigarette elettroniche in genere hanno un elemento riscaldante che atomizza una soluzione liquida chiamata e-liquid.

Le sigarette elettroniche si attivano automaticamente(ad esempio sigarette elettroniche Pod Mod) facendo un tiro; altre sigarette elettroniche manuali, si accendono manualmente premendo un pulsante.

Alcune sigarette elettroniche sembrano sigarette tradizionali,ma sono disponibili in molte varianti.

La maggior parte delle versioni è riutilizzabile, sebbene alcune siano usa e getta.

Esistono dispositivi di prima generazione, di seconda generazione, di terza generazione, e di quarta generazione.

Esistono anche dispositivi pod mod che usano nicotina sotto forma di nicotina protonata, piuttosto che nicotina a base libera presente nelle generazioni precedenti.

Gli e-liquid solitamente contengono glicole propilenico, glicerina, nicotina, aromi, additivi e quantità diverse di contaminanti.

Gli e-liquid sono anche venduti senza glicole propilenico, nicotina, o aromi.

Le sigarette elettroniche sono pericolose?

I benefici e i rischi per la salute delle sigarette elettroniche sono ancora incerti.

Vi sono prove che queste aiutano le persone a smettere di fumare , sebbene non abbiano dimostrato di essere più efficaci della medicina per smettere di fumare.

Esiste la possibilità che i non fumatori e i bambini possano iniziare a usare la nicotina con le sigarette elettroniche a un tasso superiore a quanto previsto se non fossero mai state create(viene posto un problema etico più che un problema salutistico).

A seguito della possibilità di dipendenza da nicotina dall’uso di sigarette elettroniche, si teme che i bambini possano iniziare a fumare sigarette.

I giovani che usano sigarette elettroniche hanno maggiori probabilità di continuare a fumare sigarette.

La loro parte nella riduzione del danno da tabacco non è stata ancora stimata, mentre un’altro studio ha scoperto che le sigarette elettroniche sembrano avere il potenziale per ridurre la morte e le malattie legate al tabacco . I prodotti sostitutivi della nicotina regolati dalla US Food and Drug Administration (US FDA) possono essere più sicuri delle sigarette elettroniche , ma le sigarette elettroniche sono generalmente considerate più sicure dei prodotti da tabacco combusto.

Il rischio si prevede di morte è lo stesso dei non fumatori.

Gli effetti a lungo termine dell’uso di sigarette elettroniche non sono noti.

Il rischio derivante da eventi avversi gravi è stato segnalato nel 2016 come “basso“.

Sigarette elettroniche – effetti collaterali

Effetti collaterali non gravi rilevati comprendono dolore addominale, mal di testa, visione sfocata, irritazione della gola e della bocca, vomito, nausea e tosse.
Sono spesso associati ad abuso o allergia.

Sigarette Elettroniche – EVOLUZIONE

Come si sono evolute le sigarette elettroniche

Dal 2003 ad oggi molto è cambiato. Le E-Cig hanno subito un evoluzione tecnologica quasi miracolosa. Siamo passati dalle prime batterie a tubo molto semplici? da ricaricare ogni due ore, ?alle box mod di oggi con schermo led regolazione di curva di svapo, orologio, circuiti di protezione e tanto altro. Gli atomizzatori molto piccoli e rudimentali rigorosamente di tiro guanciale non potevano contenere pi? di 2 ML, erano ?complicati da ricaricare e montavano delle resistenze che a vederle oggi ci verrebbe da ridere.

Tra le aziende pi? importanti che si occupano di hardware troviamo Eleaf, Vaporesso Aspire Smoke Justfog, mentre come produttori di aromi possiamo citare, Dreamods, Flavourart, Svaponext, TNT Vape e molti altri.

Insomma il treno è partito e difficilmente si potrà arrestare

Le E-cig offrono oggi una valida alternativa al fumatore di sigaretta tradizionale che gli permette di continuare a fumare riducendo ?drasticamente i danni ormai noti provocati dal fumo. Smettere di fumare, molto difficile, ma oggi con l’aiuto della sigaretta elettronica si vanno a colmare tutte le macanze dall’astinenza alla gestualità. Quindi fare questo salto è ormai possibile ed è un grande gesto di responsabilità verso noi stessi e verso i nostri cari che ci circondano.